+39 011 90.15.204 fax +39 011 90.34.987 registro@autobianchi.org

Quattro passi in Toscana

4 PASSI IN TOSCANA * 23-24 settembre 2017
Valico Collina di Schignano, Passo Croci di Calenzano, Passo del Giogo, Passo della Futa
Eravamo tutti in Germania all’AUTOBIANCHI INTERNATIONAL, in Baviera, seduti in un caratteristico locale con gran birra e bretzel quando, entusiasti, Laura Lodi e Francesco Ristori proposero un raduno a Prato nel 2018 col vin santo ed i cantuccini. E così fu. Nacque così “4 passi in Toscana” che poi a ben conoscere son stati proprio una….bella passeggiata! I passi sono di diverse altitudini, dai 500 ai 900 metri, tutt’attorno al Barberino del Mugello e tutti meravigliosamente percorsi perfino dalle Bianchine!
Sabato si son trovati dal basso Lazio all’alto Piemonte e Lombardia in P.za del Duomo grazie al Sindaco, sotto al sole ed allo sguardo dei turisti che ammiravano questa insolita parata multicolore fra gli edifici storici. Alla passeggiata al centro storico ed acquisto dei tipici biscotti Cantuccini ha seguito la partenza per il 1° passo di Schignano. La lunga colonna è partita attraversando viuzze storiche affrontando la natura. La Bianchina Panoramica di Verdiani s’è fatta rispettare alla grande, nonostante il motore a sogliola, con le A112 Abarth dietro che sembravano morderla. Un sù e giù entusiasmante e carico che ha divertito i galoppatori.
In coda alla fine c’eran i 2 Presidenti. Chiudevano la colonna Dario Duina del Club Auto Storiche Prato al quale Ristori collabora e Marco Lerda. La cosa buffa è stata che qualche bianchinista, per paura di non farcela, è arrivato con la sua altra auto storica, la Jaguar, la Mini, la Maserati la Porche ecc, salvo poi vedersi superare dalle piccoline, col braccio alzato in segno di vittoria. Il sabato sera cena al “Mangià fora” ove s’è gustato il menù tipico della zona e brindisi con le nuove amicizie.
Domenica mattina s’aggiungono in tanti che accolti con felicità allungavan la colonna di 60 auto! Pian, piano e più forte si partì per gli altri 3 Passi che han riempito di brividi i piloti.
Domenica mattina s’aggiungono in tanti che accolti con felicità allungavan la colonna di 60 auto! Pian, piano e più forte si partì per gli altri 3 Passi che han riempito di brividi i piloti. I Passi Croci di Calenzano, Giogo e quello della Futa e Panorami spettacolari col lago Bilancino un po’ a secco e le barche a vela inclinate, data l’estate torrida. I partecipanti sembravano bimbi che giocavano con la Polistil e si divertivano col tanto tanto sgummamento. Grande è stato il divertimento per le A112 e specialmente le Abarth le cui strade venivano affrontate come piloti in gara. A la Scarperia tappa con visita del delizioso Borgo e ripartenza per giungere al Circolo MCL, ove le tavole imbandite ci attendevano coi tipici crostoni fumanti con olio e funghi toscani e tortelli di patate e tant’altro ancora. Al termine, com’è consuetudine al Registro Autobianchi, son stati chiamati tutti i partecipanti con foto, e questa volta, divisi per Regioni, ove il gruppo più nutrito era la Toscana.
A tutti è stata consegnata bottiglia vino toscano, e premi speciali a tutti i partecipanti. Grandi abbracci con la voglia di ritornare con questa insolita formula, dove anche gli Autobianchisti han potuto divertirsi con l’altra storica che in garage è in compagnia o della Bianchina o della A112. Riconoscenza e stima per Francesco Ristori che s’è dimostrato all’altezza della situazione meritandosi l’applauso di tutti , ma anche a Dario Duina che con Marco Lerda ha scambiato sincere strette di mano fra Presidenti con consegna delle targhe con logo rappresentative.

Articolo di Laura Lodi. Fotografie di Paolo Balestra, Francesco Bellitto, Edoardo Gori, Laura Lodi, Marco Lerda, Emanuela Marengo, Giorgio Panizza, Andrea Stefanelli, Silvia Stefanucci.

Articoli simili