+39 011 90.15.204 fax +39 011 90.34.987 registro@autobianchi.org

LE AUTOBIANCHI IN FIAT E A TORINO

LE AUTOBIANCHI IN FIAT E A TORINO
LA PRESENTAZIONE AL CIRCOLO DELLA STAMPA DI TORINO: Il 1957 è stato un anno prodigo di nascite importanti. Hanno visto la luce la Fiat 500 e l’Autobianchi Bianchina, ed è stato fondato e inaugurato il Circolo della Stampa-Sporting, punto di ritrovo dei giornalisti torinesi. Proprio per festeggiare i 50 anni d’ognuno dei tre protagonisti, venerdì sera 21 settembre il Circolo della Stampa-Sporting ha organizzato un ricco aperitivo per un brindisi in onore delle piccole auto e delle 2 neonate fiammanti Fiat 500. Le piccole storiche hanno fatto degna cornice alle nuove Fiat creando un ideale “fil rouge” tra passato e presente. Ai bordi della grande piscina erano esposte 5 Bianchina nei vari modelli prodotti circondate dai giornalisti che le osservavano con un sorriso. Il Presidente Marco Lerda ha illustrato il programma per la festa che si è poi svolta a Torino e in Fiat il 29 e 30 settembre per il 50° della Autobianchi Bianchina: una festa indimenticabile e variopinta! IL RADUNO: Le entusiaste Autobianchi hanno coinvolto la Città di Torino il 29 e 30 settembre per i 50 anni della Bianchina. Il suo progetto, dell’ing. Giacosa per un’auto minima, nasce nel ’38. Ripreso dopo la guerra, furono ideate due sorelle: la 500 e la Bianchina. L’una era semplice, l’altra un gioiello in tante versioni e decappottabile. A seguito di strategie industriali, FIAT e PIRELLI s’unirono con BIANCHI e nacque così l’AUTOBIANCHI. La più lussuosa, nel settembre del ’57, decisero di battezzarla Bianchina; successivamente vennero tanti altri progetti nati in casa Fiat. La Bianchina fu apprezzata negli anni della dolce vita: Audrey Hepburn e Brigitte Bardot la guidavano sulla costa azzurra ed i ns. vitelloni versiliani e romagnoli la usavano per avvicinare le turiste straniere. Da molti anni gli appassionati si radunano realizzando eventi turistici e di solidarietà. Il REGISTRO AUTOBIANCHI ha la Licenza d’uso del Marchio e censisce i modelli aiutando i proprietari nel corretto restauro. Al raduno la gente accorreva applaudendole ed una “ola” al loro passaggio ha reso ancor più fantastico il raduno. Il Comune di Torino, che ha patrocinato l’evento assieme al Ministero delle Comunicazioni, ha fornito una scorta d’onore per i 2 giorni. I motociclisti della Polizia Municipale, veri angeli col casco, hanno coordinato il serpentone colorato che s’apriva con una Bianchina sormontata da torta gigantesca in cartapesta. Scorrendo per Torino i vigili l’hanno mirabilmente sollevata dagli ingorghi ed hanno ricevuto innumerevoli applausi per la loro professionalità. Passando i partecipanti han potuto così godere d’una magica Città ricca di Barocco e Liberty: molti hanno poi prolungato la vacanza per poter visitare meglio ciò che dapprima hanno ammirato velocemente dal parabrezza. L’occasione, nata per festeggiare i 50 della primogenita, la Bianchina, ha visto radunarsi attorno a lei la Stellina, Primula, A111, A112 e le Abarth, Y10. Organizzata dal Registro Autobianchi, ha visto 130 equipaggi, italiani e stranieri, in casa Fiat e al Mirafiori Motor Village che le ha ospitate. La colonna variopinta al seguito del camion d’epoca rosso de “La Torinese” ha anche avuto il piacere di percorrere la pista del Centro di Sicurezza Fiat. E’ stato un pomeriggio trascorso nel divertimento a giocare con le piccole Autobianchi: non gare di sgommamento ma deliziose e varie prove che han messo molti in difficoltà. Come sempre, il ns. campione Amerio su Primula ha sbaragliato tutti vincendo un 1° assoluto, 2° Baldrighi su Y10 Sestriere, 3° Lo Russo su Bianchina. Nell’esclusiva pista tutti si son sentiti un po’ campioni nella Città Olimpica dell’auto. La visita all’azienda dolciaria La Torinese ha sollucherato tutti offrendo dolci prelibatezze mentre i maestri dolciari hanno illustrato come nasce un panettone artigianale. Parcheggiate le Autobianchi nello stiloso anfiteatro del Mirafiori Motor Village, gran cattedrale dell’industria dell’auto che le ha ospitate all’ammirazione della gente accorsa. Per l’evento, speciale postazione con annullo filatelico a cura delle POSTE ITALIANE. Molti han potuto effettuare con gioia una prova di guida delle nuove vetture del Gruppo Fiat e acquistare gadget dei Marchi Fiat, Lancia o Alfa Romeo, sperando che “i paròn” del Gruppo mettano presto in strada un nuovo esemplare con il Marchio a Delta che ha sempre fatto la differenza. Al Mirafiori Cafè, raffinato e alla moda, Laura Silini ha garantito l’ospitalità al Restaurant, curando in modo impeccabile ogni capriccio culinario. Al pranzo domenicale, grande torta simbolica per il compleanno presa prima d’assalto dai flash e poi dalle golose cucchiaiate. Il Presidente del Registro Autobianchi, Dr. Marco Lerda, ha poi proceduto alla premiazione dei numerosi equipaggi con un arrivederci fra 2 anni alla celebrazione per i 40 anni del lancio della A112. Plauso a Farci, Carcangiu, Montanari e Addamo giunti dalla Sardegna, Lazio e Veneto, ma anche agli amici Olandesi, Francesi e Svizzeri. I 20 bambini hanno ricevuto le coppe per i loro disegni e poesie ed i tanti ragazzi gli omaggi della Sparco. Tanti doni della realtà piemontese per tutti, comprese le fragili bottiglie ed i grissini artigianali. Ampi servizi su RAI 3 e su Quartarete TV che ha ripreso in esclusiva tutto l’evento >>
articolo di Laura Lodi >> fotografie e copyright: Marco Lerda >> 29-30 settembre 2007»