+39 011 90.15.204 fax +39 011 90.34.987 registro@autobianchi.org

Franciacorta Abarth Race Day

ABARTH RACE DAY – AUTODROMO DI FRANCIACORTA (BS) 14 novembre 2009
Il Marchio ABARTH del Gruppo Fiat Automobiles ha realizzato una bella festa per lo Scorpione, in onore di Carlo Abarth che nacque e morì proprio nel mese di novembre. Già l’hanno scorso ci fu gran festa a Torino con raduno delle Abarth di ieri e oggi e pensate che ben 80 erano le Autobianchi A112 Abarth presenti del Registro Autobianchi. Alcuni ns. soci possiedono, oltre ad una Autobianchi, anche Abarth di vario tipo; c’è chi ha la Bianchina cabrio ma anche la 500 Abarth e via discorrendo, scoprendo perciò fra le ns. righe anche Ritmo Abarth, 124 Abarth, 600 Abarth e così via. Quest’anno siamo stati perciò nuovamente invitati dall’ABARTH e così, il 14 ottobre in un tam-tam di mails a più battute, sms e telefonate, abbiamo informato un po’ tutti. Dalla Toscana, Triveneto, Piemonte, Emilia Romagna e Lombardia, tante ns. Abarth si son trovate già dal venerdì. Ivano Poni ci ha organizzato a Boario, nelle incantevoli zone dell’Iseo, il ritrovo all’Hotel Sorriso con grande accoglienza ed ospitalità con cena festaiola. Il sabato 14 la colonna s’unì agli altri e con altre Abarth, anche quelle nuove, noi eravamo presenti in 50. Giunti alla Pista di Franciacorta ci si affacciò alla gigantesca conca del sito e, sotto ai nostri occhi, si parò uno sterminato spettacolo brulicante. Era una cosa indescrivibile: sembrava d’esser arrivati a Disneyland! Mancava la ruota panoramica, ma c’era di tutto e di più. Un gran parco giochi per divertirsi, correre in pista, correre anche sulla bellissima Pista per Kart, sui taxi accanto ai piloti in prova sbatacchiati qua e là, test-drive, banchi con oggettistica ricordo, Radio 105 in diretta con musica, Gente e Motori che realizzava servizi speciali nel suo spazio su alcune Abarth: 3 modelli A112 erano di ns. soci. I paddock ove entrare e curiosare da vicino oppure, dalla terrazza panoramica del ristorante, osservare tutte le piste dall’alto. Il tutto gratis: una gran festa offerta per gli amanti dello scorpione. Non restava che buttarsi a capo fitto e goderne appieno. Con gazebo e gonfiabile blu “partenza” noi organizzammo le A112 Abarth per i turni: casco in testa e viaaaa… in corse a mozzafiato in pista, tornando emozionati e tremanti di gioia. Le A112 Abarth hanno avuto tantissimo successo, sia in pista che, parcheggiate, in posa per essere fotografate. Tantissimi hanno sostato al ns. stand ed i ns. 5 commissari tecnici si davano un gran da fare: computer, iscrizioni, riparazioni, foto e tant’altro: un grande via vai. L’ing. Leotta, in visita, si congratulò del ns. impegno e partecipazione, mémore dell’ancor fresco ricordo della celebrazione dei 40 anni a Torino in Fiat e Abarth. Nel tardo pomeriggio altri soci ci hanno raggiunto col ’12 e chi ci ha visti è ritornato col suo ’12 per iscriversi. Alle 18 s’iniziava a levar le tende, ebbri di tante emozioni ed occasioni avute grazie all’ABARTH !!! —————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————— QUESTO E’ IL COMUNICATO DELL’UFFICIO STAMPA DELL’ABARTH: Successo per il 1° Abarth Race Day all’autodromo di Franciacorta Circa 1000 Abarth provenienti da tutta Europa si sono radunate sabato 14 novembre all’autodromo di Franciacorta (Brescia) per il 1° Abarth Race Day. Una giornata dedicata alla passione per la Casa dello Scorpione, con attività organizzate per tutti i 3.000 intervenuti. I possessori delle Abarth, in prevalenza 500 e Grande Punto – ma anche le “storiche” 595 e 695 esseesse, 850 e 1000 TC, 124 Abarth Sport Spider, Ritmo Abarth e Autobianchi A112 Abarth – hanno avuto l’opportunità di compiere alcuni giri in pista, di conoscere i piloti ufficiali Giandomenico Basso, campione d’Europa, Luca Rossetti e Umberto Scandola, che si sono esibiti al volante dell’Abarth Grande Punto S2000 e delle Abarth 500 Assetto Corse e Abarth 500 R3T da rally. Tra le manifestazioni di contorno le gare con i kart elettrici, i simulatori di guida Abarth e sulla micropista elettrica, oltre ai test drive con gli istruttori dell’Abarth Driving School-Sandro Munari. Esposti nel paddock, insieme alle vetture da competizione, anche i modelli più recenti come le Abarth 695 “Tributo Ferrari” e Abarth Grande Punto “SuperSport”. Uno dei momenti più importanti della giornata è stata la gara delle Abarth 500 Assetto Corse che quest’anno hanno dato via ai trofei Abarth Selenia in Italia e in Europa. La corsa si è subito trasformata in una specie di super finale, dal momento che al via erano schierati sia il campione italiano, Salvatore Tavano, sia quello europeo, Emanuele Moncini. I due non si sono certo risparmiati, dando vita a un acceso duello, senza esclusione di colpi, durato per tutti i 30’ sui quali la gara era programmata. Al via, dopo il grande tornante, un contatto tra Alex Campani e Manuel Lasagni costringeva all’ingresso della safety-car. Alla ripresa, con gomme fredde, i numeri si sprecavano e il duello tra i primi due si faceva più acceso. L’episodio chiave era un contatto con in traversata di Tavano, che riusciva però a controllare con grande freddezza la sua Abarth conservando poi il primato sino al termine. Da rimarcare la gara dell’inglese Adam Jones, che ha concluso quarto dopo essere partito dai box. Buon terzo posto per Matteo Milani, mentre tra i protagonisti si segnalava il rallysta Andrea Dallavilla, giunto 6°, superato nel finale da Alan Simoni. Classifica: 1. Salvatore Tavano 21 giri in 32’32”694, alla media di 97,524 km/h; 2. Emanuele Moncini a 1”411; 3. Matteo Milani a 5”126; 4. Adam Jones a 8”287; 5. Alan Simoni a 17”967; 6. Andrea Dallavilla a 18”984; 7. Franco Cimarelli a 19”968; 8. Tobias Tauber a 55”870; 9. Michela Cerruti a 1’11”265; 10. Paolo Scudieri a 1’18”033; 11. Giovanni Ciraso a 1’20”463; 12. Luca Cassol a 1 giro. Giro veloce di Adam Jones in 1’21”801 alla media di 110,859 km/h. (da Ufficio Stampa Abarth)

Articoli simili