+39 011 90.15.204 fax +39 011 90.34.987 registro@autobianchi.org

Cori – Velletri

50 anni della Bianchina a CORI e VELLETRI >> articolo di Laura Lodi >> fotografie e copyright: Marco Lerda >> 3-6-2007»
Cori, sorta 700 anni prima di Roma, ha visto l’invasione d’Autobianchi giunte da tutta Italia. Ogni volta ci si domanda come saranno i posti che s’andrà a visitare e la risposta è sempre una sola: quanti tesori nascosti ci sono sulla ns. penisola! I Monti Lepini sono lo schienale del Circeo, ed in cima, arroccati, paesi d’altri tempi. L’occasione era anche di festeggiare i 50 anni delle Bianchine lontane da nord. E così fu. Vilardo, appena uscito dall’Ospedale (quando la voglia c’è, non ci sono scuse!) da Capo d’Orlando in Sicilia, ci raggiunse col nipotino. Da Bologna 2 splendidi ragazzi da copertina sempre in bianchina, al seguito della Primula di Sabbatini, rimasero estasiati. Da Alpignano (To) la bianchina grigia scarrozzava felice la famiglia Lo Russo e da Benevento l’A111 portava a spasso Di Stasio. Da Ivrea l’Y10 Martini di Lodi U. e da Parma l’Y10 Turbo di Ferrari: le due rarità sportive chiudevano l’allegra colonna. Appia, Ardea, Astura, Aprilia erano i nomi d’alcuni paesi vicini: che meraviglioso inno alla Lancia! Tant’è che chiesto a Quarta ‘de Roma di raggiungerci con un paio di Delte Martini, ci fu gran sgummamento e polverone alle cave di marmo con le ‘Y, ed i ‘12, per dar sfogo ai cavalli. Cercando d’andar con ordine in quanto le emozioni si susseguivano e si accavallavano, nell’impossibilità di narrarle tutte, senz’altro la visita a Ninfa rimarrà nei ns. cuori. Bella camminata al seguito della guida nel paradiso terrestre, tempestato di rovine romane, alberi secolari e rari fiori, laghetti, cascatelle e torrenti argentini in concerto con uccelli e grilli, ed il fruscio delle foglie sospinte dal vento: che musica celestiale! Rapiti dai magici eventi si camminava alti 1 metro dal suolo: sogno o son desto? La realtà delle auto parcheggiate all’ombra degli ulivi ci riportava all’orgoglio di possedere qualcosa di unico. Alla cena, De Cesaris chef di 7 Presidenti (partecipante dell’esclusivo raduno mondiale degli chef dei Presidenti), essendo di Amatrice non potè sottrarsi al dettare a tutti la vera pasta all’amatriciana. La Domenica la colonna capitanata dalla Primula di Dalla Massara, ns. fiduciario di zona, ci portò a Velletri. Malgrado le scortesie ricevute, abbiamo ammirato la Cattedrale, la Porta Napoletana sede dell’AIS, il Museo Civico ed il Museo Diocesiano: un’overdose di cultura e storia. Cori ci attendeva per il pranzo con cucina tipica e l’ottima l’accoglienza dell’Hotel del Colle. In p.za Signina le auto riposavano all’ombra degli alberi ed il Bar Valentino, oltre ai caffè, aveva disposto tavoli e parterre per la premiazione. 100 cestini di magiche fragole donate da Mariani, e 100 confezioni di dolci offerti da Pistilli, profumavano l’aria. 60 coppe scintillavano al sole e fra i premiati, i ’12 ASI di De Simone con figlia e nipote, Montanelli con la deliziosa famiglia, Di Mascio e Giglietti con le mogli e le Bianchine e Lopez per la simpatia. Il Presidente del Registro Autobianchi Marco Lerda ha donato ai bianchinisti un modellino Mercury per i 50 anni, ed ai bimbi presenti, giocattoli e dolciumi. A Dalla Massara la soddisfazione d’un bell’evento ed il quadro d’organizzatore. Si tornerà! Oh sì! Molti han soggiornato più giorni pienamente soddisfatti. In un raggio di 15 km c’è il mare del Circeo e Ponza, i monti Lepini, Roma, e tant’altro ancora per una bella vacanza in Autobianchi >>
articolo di Laura Lodi >> fotografie e copyright: Marco Lerda >> 3-6-2007»

Articoli simili